Una volta considerata una pratica esotica ed esclusivamente spirituale, medici e scienziati esperti ora attribuiscono alla meditazione il merito di alleviare una serie di disturbi fisici e mentali come ansia, depressione, ipertensione e stanchezza cronica.

Ma cosa ti viene in mente quando pensi alla meditazione? Sono monaci? Bevono tè verde super, levitano a volontà e scompaiono nei monasteri per giorni, settimane o anni? Oppure sono lezioni di yoga in palestra da centinaia di euro l’ora?

Chiaramente, la parola meditazione evoca alcune immagini interessanti, ma probabilmente l’idea generale alla base della meditazione di consapevolezza è inerente a tutte le forme di meditazione. Il 99,9% delle volte, i nostri processi mentali sono dominati da un flusso infinito di pensieri arrabbiati, ansiosi e reattivi che ci privano della nostra capacità intrinseca di sentirci in pace e concentrati in un dato momento.

Al contrario, durante una pratica di meditazione, ti incoraggi a sentirti allineato con tutto ciò che sta accadendo nel momento presente, invece di rimanere intrappolato nelle percezioni abituali di ciò che è accaduto in passato o potrebbe accadere in futuro. Meditando, disattivi delicatamente il pensiero fisso e che distrugge delle preoccupazioni a volte inutili. Ti concentri nella tua mente ed esisti semplicemente qui e ora. Come dice il dottor Jon Kabat-Zinn, rinomato insegnante di meditazione, psicologo e facilitatore del programma di riduzione dello stress e rilassamento presso il Medical Center dell’Università del Massachusetts, in Full Catastrophe Living:

In poche parole, la consapevolezza è la consapevolezza momento per momento. Viene coltivata prestando intenzionalmente attenzione a cose a cui normalmente non pensiamo neanche un momento. È un approccio sistematico allo sviluppo di nuovi tipi di controllo e saggezza nelle nostre vite, basato sulle nostre capacità interiori di rilassamento, attenzione, consapevolezza e intuizione.

Kabat-Zinn, Jon. Vivere in piena catastrofe. Dell Publishing, New York, 1990, 2.

Quindi, se accettiamo la premessa che sentirsi centrati nel momento presente può essere benefico per il nostro benessere fisico e mentale, come impariamo a meditare?

Sebbene ci siano molti modi per introdurti alla meditazione, mi vengono in mente tre semplici metodi:

  1. Prendere una lezione di meditazione o yoga con un insegnante e altri studenti.
  2. Usare nastri o CD di meditazione guidata per creare la tua pratica.
  3. Coltivare la consapevolezza focalizzata attraverso brevi meditazioni “spot”, anche se non puoi impegnarti in una pratica di meditazione a tutti gli effetti.

Frequentare un corso

La tua palestra locale probabilmente sponsorizza lezioni di yoga che possono funzionare come una sorta di pratica di meditazione in movimento, anche se non hai una scuola di yoga a tutti gli effetti nella tua zona. Digitando “lezione di meditazione online” in un motore di ricerca si ottengono anche lezioni virtuali che comprendono molti fusi orari diversi e filosofie di meditazione compatibili con il sistema di credenze o il programma di quasi chiunque.

Utilizzo di CD di meditazione guidata

L’utilizzo di nastri e CD guidati può essere un ottimo programma di partenza per chiunque non sia sicuro di iniziare una pratica di meditazione da solo.

Meditazione per una salute ottimale: come usare la consapevolezza e la respirazione per curare il tuo corpo e rinfrescare la tua mente, di Drs. Jon Kabat-Zinn e Andrew Weil, è un eccellente programma di avvio di meditazione per chiunque (specialmente quelli interessati alla convalida scientifica che la meditazione funziona).

L’accettazione radicale di sé, della rinomata insegnante di meditazione, sacerdotessa laica buddista e psicologa, la dott.ssa Tara Brach, combina la consapevolezza psicologica con gli insegnamenti buddisti sulla compassione nell’esplorare come la meditazione consapevole possa alleviare la vergogna o “la trance dell’indegnità”, così comune e distruttivo nella vita moderna.

La serie di immagini guidate di Belleruth Naparstek riceve spesso recensioni entusiastiche da parte di individui che utilizzano la meditazione / visualizzazione guidata per lavorare con problemi specifici come disturbo da stress post traumatico, perdita di peso o insonnia.

Coltivare un pizzico di consapevolezza meditativa: meditazioni spot

Le meditazioni progettate per essere fatte in 5 minuti o meno potrebbero non portare l’illuminazione istantanea, ma possono comunque fornire un assaggio di sensazione di calma e concentrazione nel momento presente. Flip the Switch: 40 Anytime, Anywhere Meditations in 5 minutes or Less di Eric Harrison, è una risorsa eccellente per chiunque possa fare alcuni respiri profondi e consapevoli in attesa di fare qualcosa o che inizi una riunione. Meditation from Thought to Action di Alexander e Annellen Simpkins, contiene anche molti brevi esercizi pensati per focalizzare la mente in pochi minuti.

Conclusione

La maggior parte delle persone che hanno provato la meditazione di solito concordano sul fatto che avere semplicemente l’intenzione di meditare ha un profondo effetto sulla salute mentale / fisica e sullo sviluppo personale di chiunque.