L’acido gastrico naturale è nel tuo stomaco per un motivo. L’acido reale non è la causa della malattia da reflusso acido. Non è un brutto veleno quello che qualcuno ci ha messo. L’acido scompone gli alimenti e li ordina nel reparto giusto per così dire. Una corretta digestione dipende dalla presenza di un’adeguata acidità di stomaco mentre si mangia.

Quando mangi, il cibo si sposta dalla bocca attraverso l’esofago e nello stomaco per essere digerito. Alla fine dell’esofago, c’è una fascia di muscoli che si apre e consente al cibo di entrare nello stomaco. Quindi si chiude per impedire al cibo e all’acido di risalire nell’esofago. Molte persone sperimentano il reflusso acido quando i cibi oi succhi digestivi escono dallo stomaco e risalgono attraverso l’esofago.

Per assicurarti che il tuo stomaco abbia abbastanza acido durante i pasti, assicurati di masticare bene il cibo. Mescolare la saliva nel cibo mentre mastichi inizierà bene il processo di digestione.

Fare spuntini durante il giorno induce lo stomaco a pompare gradualmente acido invece di conservarlo per i pasti quando è più necessario. È meglio non mangiare a meno di tre ore di distanza. Ad esempio, se fai colazione alle sei del mattino e pranzi alle dodici di sera. poi uno spuntino alle nove andrebbe bene.

Quindi, assicurati di non bere troppi liquidi mentre mangi un pasto. Troppo liquido diluisce l’acido necessario nello stomaco. La migliore politica è quella di bere un bicchiere d’acqua da 30 minuti a un’ora prima o dopo il pasto, con solo poche once consumate durante il pasto. Dopo aver mangiato, un’ora o due sentiti libero di ingoiare tutta l’acqua naturale pura che desideri.

Un’altra causa di reflusso acido deriva dal consumo di pasti abbondanti. Ciò aumenta la pressione sullo stomaco provocando la forzatura del contenuto dello stomaco verso l’esterno e verso l’alto nell’esofago. Dovrai dare al tuo corpo almeno due ore per digerire correttamente il cibo. Inoltre, non sdraiarsi mai subito dopo aver mangiato un pasto abbondante.

Per evitare la sovrapproduzione di acido mangiare porzioni più piccole di cibo ad ogni pasto. Sarebbe anche molto utile eliminare qualsiasi cibo fritto o cibo che contenga zucchero raffinato o caffeina.

L’obesità può anche aumentare la pressione addominale e anche il rischio di soffrire di reflusso acido. Se sei in sovrappeso, ridurre la quantità di cibo che mangi a ogni pasto e fare esercizio quotidiano dovrebbe metterti sulla strada giusta per aiutarti a perdere qualche chilo.

Il reflusso acido è causato in alcune persone quando il muscolo sfintere all’estremità dell’esofago si indebolisce o non si chiude correttamente. È noto che i farmaci da prescrizione, alcuni cibi, l’alcol e il fumo indeboliscono i muscoli dello sfintere.

Cerca di non usare antiacidi poiché riducono gli acidi di cui avrai bisogno quando mangi. Senza abbastanza acido, il tuo stomaco non è in grado di svolgere il suo compito di scomporre il cibo nei vari componenti nutritivi.

Una digestione inadeguata delle proteine ​​può indurre il fegato ad aumentare la produzione di colesterolo lipoproteine ​​a bassa densità (LDL), che è il colesterolo cattivo che fa il maggior danno al tuo corpo.

Invece di prendere antiacidi, prova il seguente approccio naturale. Se hai ancora lo stomaco acido tra i pasti, prova a mangiare qualcosa che lo risolva senza innescare una produzione più acida come i crauti. Il tuo stomaco dovrebbe rilassarsi dopo aver mangiato i crauti in cinque-dieci minuti.

I vantaggi delle soluzioni naturali sono che normalmente costano molto meno, ma ancora più importante è il fatto che le soluzioni naturali sono un’alternativa più sana. Tendono a ridurre la possibilità di diventare dipendenti da droghe chimiche che creano dipendenza.

Ci sono anche tre erbe ben note per lenire i muscoli dello stomaco, che sono camomilla, genziana e zenzero. Se il tuo problema non risponde con successo ai rimedi naturali entro pochi giorni, consulta il tuo medico.