Reflusso gastroesofageo, sintomi tipici e come curarlo

Reflusso gastroesofageo, sintomi tipici e come curarlo

Come fa una persona a sapere se ha i sintomi tipici del reflusso gastroesofageo? Come viene percepito il reflusso? Vediamolo insieme in questo articolo.

Reflusso gastroesofageo: quali sono i sintomi tipici

In un articolo precedente abbiamo analizzato le cause del reflusso acido mentre oggi ci concentreremo sui sintomi tipici del reflusso. Quest’ultimo è una sensazione di bruciore che colpisce la parte superiore dell’addome dopo un pasto pesante quando una persona si sta già rilassando. Successivamente, l’acidità sale allo sterno e al petto. Questo disagio può portare l’infiammazione dell’esofago, indigestione, raucedine e molti altri sintomi.

La malattia da reflusso acido è la condizione che dà disagio a molti adulti (ma anche a bambini e neonati) causando dolori improvvisi e bruciore al petto. Il suo sintomo più comune è chiamato bruciore di stomaco. La condizione è caratterizzata da reflusso dell’acido dello stomaco nell’esofago. Certo, un bruciore saltuario di stomaco può capitare a tutti, una volta ogni tanto. Ma se il bruciore si verifica da due a tre volte a settimana, è più probabilmente che sia un sintomo del reflusso.

In molti casi, i sintomi della malattia da reflusso gastroesofageo si verificano dopo un pasto abbondante, quando si bevono liquori o bevande che contengono caffeina, quando si è sdraiati subito dopo il pasto e peggiorano quando si fuma. Proprio a causa di queste spiacevoli sensazioni, può influire sulla tua salute e sul tuo stile di vita. 

I sintomi che si verificano meno di cinque volte al mese possono, nella maggior parte dei casi, essere facilmente trattati con farmaci da banco. In ogni caso se la condizione persiste si consiglia di rivolgersi al proprio medico e di effettuare anche una visita nutrizionale che può fornirti consigli sul tipo di dieta adatta a te.

Reflusso acido: cibi e abitudini da evitare

Modificare il tuo stile di vita ti aiuterà a migliorare le cose. Le cose da cambiare includono le tue abitudini alimentari, l’astensione dal fumo e la riduzione al minimo dell’assunzione di alcol. È stato scoperto che i cibi salati aggravano la malattia da reflusso gastroesofageo tanto quanto i cibi grassi. L’assunzione di sali da cucina extra nel pasto può esporvi a rischi più gravi.

La cura naturale di questa malattia include anche l’esercizio. Un corretto stretching può aiutare a ridurre la pressione sullo stomaco e, di conseguenza, a combattere i sintomi della malattia da reflusso acido.

Inoltre, l’obesità non solo danneggia il cuore, ma può anche peggiorare la malattia da reflusso acido. Il grasso in eccesso nell’addome amplifica la pressione in esso provocando l’aumento dell’acido dello stomaco fino all’esofago. Quindi la dieta deve essere attentamente osservata in modo da evitare i sintomi e il disagio che hanno causato.

Se riesci a seguire le misure preventive contro il reflusso gastroesofageo, allora sei già sulla buona strada per sconfiggerlo!

Redazione

La nostra redazione è formata da specialisti dal mondo del benessere e della salute. L’obiettivo di questo sito è quello di riportare news e aggiornamenti su argomenti come Benessere, Salute e molto altro. Il progetto è gestito da un team di esperti di marketing e comunicazione.